Moringa l’albero miracoloso

La moringa oleifera, chiamata anche“albero miracoloso”, è una pianta originaria del subcontinente Indiano, diffusa nelle zone tropicali e equatoriali del pianeta. . Tutta la pianta è commestibile, ma sono soprattutto le sue foglie ad essere impiegate per l’alimentazione umana.

zone di crescita attuale della moringa

Morfologicamente la pianta ricorda molto la Robinia pseudoacacia, presenta foglie imparipennate composte e foglioline ovali arrotondate all’apice, una corteccia
grigio chiaro, fiori bianchi e un frutto simile ad un baccello che, a maturazione, si apre in tre lembi liberando i semi.

Le condizioni di crescita ideali per la Moringa oleifera presuppongono temperature più presenti nel sud-Italia ed isole comprese tra 8 e 45° C, con un optimum tra i 22 e i 25° C, precipitazioni moderate, tra i 100 ed i 700 mm all’anno, e un terreno da sabbioso a leggermente argilloso ben drenato che non favorisca il ristagno d’acqua. Pianta molto rustica, resistente alla siccità, difficilmente viene attaccata dai normali parassiti quali insetti o funghi. La moringa ha una crescita molto rapida tanto che già dopo un anno può raggiungere i 3 metri di altezza e fruttificare.

La comparazione che segue è stata fatta e pubblicata dal Centro Tecnico per la ricerca agricola e rurale francese autrice Armelle de Saint Sauveur dell’ Universtà di Bordeaux:

Tavola comparativa del contenuto nutritivo delle foglie di Moringa oleifera con altri alimenti per ogni 100 grammi di parte commestibile (Fonte: C. Gopalan et al. 1994, Nutritive Value of Indian Foods, Istituto Nazionale di Nutrizione, India)

  • Vitamina A (mg) Moringa: 1130 – Carote: 315 
  • Vitamina C (mg) Moringa: 220 – Arance: 30 
  • Calcio (mg) Moringa: 440 – Latte di vacca: 120
  • Potassio (mg) Moringa: 259 – Banane: 88 
  • Proteine (mg) Moringa: 6700 – Latte di vacca: 3200

Per quanto riguarda l’azione curativa della moringa oleifera, tutte le sue parti (fiori, frutti, semi, corteccia e foglie) vengono ampiamente utilizzate per la preparazione di medicinali per la cura di alcune malattie largamente diffuse: artrite, anemia, reumatismi e dolori articolari, diarrea, asma, stipsi, cancro, mal di stomaco, ulcere, mal di testa, pressione alta, epilessia, diabete, problemi legati al cuore, infezioni, problematiche legate alla tiroide, calcoli e ritenzione idrica.

Per uso alimentare vengono usate le foglie fresche od essicate : nelle Filippine sono molto utilizzate tanto che è facile trovare nei giardinetti delle ville che circondano le grandi città, una pianta di moringa .

Allego un video del canale Discovery Channel, la cui competenza ed autorevolezza è ben nota, che dà ulteriori spunti di conoscenza su questa fantastica pianta:

La moringa descitta da agricoltori, agronomi e dietologhe