Carbon credits la verità

Quanti carbon credits si ottengono dal bambù gigante ?

Circolano voci e valori strabilianti sui carbon credits ottenibili con i bambuseti, ma qual’è la verita ?

Un’azienda italiana che ha piantumato oltre un centinaio di ettari di bambù gigante mette a disposizione i carbon credits per vent’anni frazionati in parcelle da 1000 mq. per la modica cifra di 10.000,00 € : sembrerebbe un buon affare…

Secondo i loro calcoli in un ventennio la supercellula assorbe 500 tons di CO2 pari a 25 tons all’anno: è una quantità importante ?

Secondo le loro affermazioni una persona produce 9 tons all’anno di CO2 quindi la CO2 catturata da 1000 mq. di bambuseto basterebbero per TRE persone che per avere un “impatto ZERO” sull’ambiente dovrebbero spendere 10.000,00 € : ognuno può spendere i soldi come vuole ma, mia opinione personale, NON ha senso.

Ancora meno per le Aziende

Aziende marginalmente o fortemente energivore hanno bisogno di decine o centinaia di migliaia di Carbon Credits all’anno e la compensazione con quelli di qualche centiaia di ettari di bambuseti può essere utile più come operazione di marketing che per raggiungere lo scopo di emissioni zero.

rigoglioso bambuseto nel ferrarese di 4 anni produttore di carbon credits per un centinaio d'anni
rigoglioso bambuseto nel ferrarese di 4 anni

Quanti Carbon Credits produce un ettaro di bambù gigante ?

Il comunicato stampa ANSA dell’agosto 2021 ci dice che “come certificato da studi indipendenti” ( chi sono?) il bambù gigante cattura 25 tons all’anno per 1000 mq. ovvero 250 tons ettaro ! sarà vero ?

NOn sono un ingegnere ma un semplice agronomo ma con mezzo secolo di esperienza cerco di trovare risposte risalendo a studi non soggettivi ma fatti da organismi autorevoli ed indipendenti.

INBAR e FAO

INBAR anche in collaborazione con la FAO, è l‘Organizzazione mondiale del Bambù e del Rattan con sede a Pechino ed in altri 48 paesi nel mondo, il cui compito è quello di studiare, raccogliere e divulgare tutte le informazioni, studi , ricerche sul bambù e sul rattan.

In una loro pubblicazione (scaricabile) del 2019 “ Un manuale per la biomassa delle foreste di bambù e la valutazione del carbonio ” ci riporta uno studio complesso pieno di formule e rilievi fatti su 87.717 ettari di foresta di bambù nella provincia vietnamita di Lam Dong .

Questo vasto territorio, contiene 617.357.031 milioni di piante di bambù e sequestra circa 3 milioni di tonnellate di carbonio, pari a oltre 10 milioni di tonnellate di CO2 equivalente.

Il coefficiente di conversione è pari 32 tons di carbon credits per ettaro all’anno !

Questa ricerca è stata condotta dall’Organizzazione internazionale del bambù e del rattan (INBAR) nell’ambito del programma di ricerca CGIAR su Foreste, alberi e agroforestali (ALS).

FTA è il più grande programma di ricerca per lo sviluppo del mondo per rafforzare il ruolo delle foreste, alberi e agroforestali nello sviluppo sostenibile e nella sicurezza alimentare e per affrontare il cambiamento climatico.

Per concludere allego un diagramma sempre di INBAR fatto in collaborazione con

China Green Carbon Foundation (CGCF) State Forestry Administration
Beijing 100174 P.R. China
e
Zhejiang A & F University (ZAFU)
Zhejiang 311300 P.R. China

comparazione fra età bambuseto e accumulo tonnellate di CO2


Da questo grafico si evince che in linea di principio si posso arrivare a fissare anche 250-300 tons di CO2 per ettaro ma per bambuseti di 50-60 anni d’età ( la comparazione è stata fatta con l’abete cinese).

Carbon credits la verità

molte sono le valutazioni che circolano sui Carbon Credits sequestrabili da un bambuseto. Qui si riportano gli studi autorevoli ed oggettivi di INBAR l’Organizzazione Mondiale …
Read More

Prosperity Connect Bambù

Il video riporta l’intervento dell’agronomo Massimo Somaschini che spiega nel dettaglio questa innovativa tecnologia satellitare a disposizione anche degli agricoltori che coltivano bambù gigante. Con …
Read More

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: