Vero o falso ?

In effetti quando si parla del bambù, spesso in riferimento ai parquet di questo materiale, ci parlano di una incredibile durezza.

Da test effettuati secondo il metodo Brinell, come riporta anche in un suo articolo l’ Arch. Giovanna Barbaro esperta e ricercatrice di materiali ed applicazioni eco-sotenibili, il bambù ottiene un coefficiente di 9 rispetto al ben noto teak con solo il 4.

La verità sta spesso nel mezzo ed un coefficiente sarà chiaro quando avremo delle estese piantagioni di bambù gigante in Italia, con cui fabbricare a chilometro zero, i nostri parquet e laminati.

Infatti , dato che i culmi (canne) di bambù tendono ad arricchirsi di silicio con il passare degli anni , conferendogli la nomea di “acciaio verde”, solo allora , sapendo l’origine e l’età dei culmi impiegati potremo avere delle certezze sulla sua durezza.