Cerca

Guadagnare con il BAMBU' e la STEVIA

consulenza agronomica e commerciale

Mese

settembre 2016

Bambù gigante batte mais 1 a 0

E di oggi la notizia della Coldiretti che il mais sta quotando 0,18 € al chilo contro 0,195 al chilo di quello extra-comunitario, l’ ennesimo “schiaffo” agli agricolori italiani. Non và meglio con il pomodoro che si regge sui contributi comunitari , sottoquotato rispetto a quello marocchino. Ne ho avuto conferma diretta dai produttori di Vittoria e Pachino nel ragusano, durante un mio viaggio a gennaio per promuovere il bambù gigante.

In Cina, con una popolazione di oltre un miliardo di persone da sfamare, troviamo 34 milioni di ettari a mais contro i 7 milioni, un quinto circa, a bambù gigante : Perchè non provare a diversificare con pochi ettari di bambuseti le enormi estensioni a mais ? In Italia attualmente il rapporto è lo 0,15% di superfici a bambù gigante rispetto al granoturco e con redditività attese dieci volte superiori!

Formidabile durezza del bambù ?!

Vero o falso ?

In effetti quando si parla del bambù, spesso in riferimento ai parquet di questo materiale, ci parlano di una incredibile durezza.

Da test effettuati secondo il metodo Brinell, come riporta anche in un suo articolo l’ Arch. Giovanna Barbaro esperta e ricercatrice di materiali ed applicazioni eco-sotenibili, il bambù ottiene un coefficiente di 9 rispetto al ben noto teak con solo il 4.

La verità sta spesso nel mezzo ed un coefficiente sarà chiaro quando avremo delle estese piantagioni di bambù gigante in Italia, con cui fabbricare a chilometro zero, i nostri parquet e laminati.

Infatti , dato che i culmi (canne) di bambù tendono ad arricchirsi di silicio con il passare degli anni , conferendogli la nomea di “acciaio verde”, solo allora , sapendo l’origine e l’età dei culmi impiegati potremo avere delle certezze sulla sua durezza.

10 Settembre visita ai bambuseti

Il 10 settembre sarò a Casale Monferrato presso i bambuseti di FOREVER BAMBU’per illustrarvi tutte le modalità di investimento.

Sia che abbiate  terreni irrigui o solamente capitali a disposizione, esistono più scelte per poter beneficiare  dei redditi che può dare questa nuova e promettente coltivazione.

Ecco di seguito tre video con le risposte ad alcune delle domande più frequenti:

Risposta 1

Risposta 2

Risposta 3

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: